Ma®aM


Gli oltre 9.000 soci della Confcommercio operanti nella provincia teatina saranno invitati ad aderire all’iniziativa con il motto “Investire nel sociale conviene”

************

DD News, 05.12.2008 – Venerdì 5 dicembre 2008, Confcommercio Chieti e Diritti Diretti ONLUS hanno presentato il protocollo d’intesa che legherà le due realtà nei prossimi 5 anni.

L’associazione del Commercio, del Turismo, dei Servizi, delle Professioni e della Piccola e Media Impresa della provincia di Chieti sosterrà, infatti, Diritti Diretti ONLUS: associazione senza scopo di lucro costituita con il proposito di promuovere l’idea che stato sociale non significhi carità, ma libertà e diritti concreti per le categorie svantaggiate, al fine di contrastare la diffusione di pregiudizi o stereotipi e incoraggiare la presa di coscienza delle loro diverse abilità e del loro contributo sociale.
Il Presidente della ConfCommercio Chieti, dott. Angelo Allegrino, ha subito abbracciato la mission di Diritti Diretti ONLUS: sostenere iniziative volte a garantire uguaglianza e dignità alle categorie svantaggiate per condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari al pari delle altre persone; migliorare l’accesso a edifici pubblici e privati, ai trasporti e all’informazione; favorire lo sviluppo della persona e della sua identità, salvaguardando i diritti civili, siano essi “diritti naturali” o “diritti umani” (diritto alla libertà individuale, diritto alla vita, diritto all’autodeterminazione, diritto a un giusto processo, diritto ad un’esistenza dignitosa, diritto alla libertà religiosa, diritto alla protezione dei propri dati personali - privacy); far riconoscere la capacità di scelta autonoma e indipendente delle fasce di popolazione poco rappresentative, altrimenti dette “minoranze”; dare impulso al dialogo tra culture diverse.

«Non potevamo – ha affermato il dott. Allegrino – rimanere indifferenti al motto “It’s up to you!”, cioè: “Dipende da te!”. Per questo, ci siamo impegnati in prima persona e abbiamo concretizzato un protocollo d’intesa con il quale ci uniamo a Diritti Diretti ONLUS al fine di: far conoscere ai nostri associati i suoi obiettivi attraverso i media cartacei e on-line che abbiamo a disposizione; stimolare i nostri soci a sostenere i suoi progetti tramite convenzioni, donazioni in denaro, eventi di raccolta fondi, raccolta mediata ecc.; offrire ai suoi soci le convenzioni stipulate per i nostri associati; concedere ai suoi soci uno sconto sulla quota di iscrizione ai nostri percorsi formativi e agli eventi erogati da Confcommercio Chieti o da istituti formativi ad esso convenzionati; offrire, gratuitamente e attraverso il suo patronato Enasco, servizi previdenziali e fiscali ai suoi soci».

Dal canto suo, Diritti Diretti ONLUS si impegna a: concedere uno sconto pari al 30% per la Confcommercio Chieti e al 15% per tutti i suoi associati rispetto al normale tariffario applicato per l’erogazione dei suoi servizi; concedere uno sconto pari al 30% per la Confcommercio Chieti e al 15% per tutti i suoi associati sulla quota di iscrizione e ai percorsi formativi e agli eventi erogati da Diritti Diretti ONLUS; offrire visibilità alla Confcommercio Chieti durante i suoi eventi, in base alla natura del suo contributo al progetto e della durata dello stesso (da stabilire di volta in volta); presentare il presente protocollo d’intesa sul suo blog e sul suo futuro sito web.

«Alle sue attività istituzionali – ha dichiarato Simona Petaccia, Presidente di Diritti Diretti ONLUS – la nostra associazione collega, infatti, servizi personalizzati e altamente qualificati di progettazione, realizzazione e comunicazione inerenti: campagne informative, comunicative e/o pubblicitarie; progetti di editoria (tradizionale ed elettronica); iniziative ed eventi (convegni, meeting, convention, conferenze, assemblee ecc.). Questo perché crediamo che tali eventi non possono essere affidati solo ai “volontari”, soprattutto se rivolti alle categorie svantaggiate. Per ottenere risultati positivi e a lungo termine, invece, essi devono essere guidati da metodi e professionalità che contribuiscono a generare modi di fare corretti, al fine di salvare le cosiddette “fasce deboli” della popolazione da un vortice regressivo caratterizzato da pietà, assistenzialismo o donazioni fatte una volta l’anno per evitare di pensare al problema. Non posso che ringraziare la Confcommercio per il suo futuro impegno verso tutto questo. In ogni caso, credo che sia importante evidenziare quanto iniziative come queste abbiano un notevole impatto sul turismo e sull’immagine...



Share/Save/Bookmark
Etichette: , | edit post
Reazioni: 
Questo blog non è una testata giornalistica in quanto aggiornato senza periodicità. Non può considerarsi quindi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Alcune foto, prese dal Web, sono ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione sono pregati di segnalarcelo.

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.