Vittorio Ramundi
Da qualche tempo si sente spesso parlare di quanto le cose nella nostra città non funzionino. Si sentono e si leggono molte critiche a politici, associazioni, comitati e via dicendo, però le cose rimango sempre le stesse: le persone criticano e basta!
In molti post che ho scritto la parola che spesso ripetevo era "proposta" perchè,sì, la critica è un segno di democrazia però lo è sopratutto una giusta proposta in riferimento ad un relativo problema. Purtroppo quello che si vede, anzi si legge, in giro e specialmente nella blogosfera sono solo una miriade di critiche, inopportune la maggior parte delle volte, e che non portano ad un miglioramento concreto.
Purtroppo il miglioramento della situazione teatina non è e non sarà un avvenimento che si svilupperà nel breve termine, anzi sarà un processo lungo e controverso, sopratutto se gli esecutivi che si troveranno ad amministrare la città non si comporteranno in modo più che decoroso maggiormente quando ci sono i Consigli Comunali!!
C'è il reale problema di Villa Pini, i dipendenti sono allo stremo, i politici fanno finta di fare qualcosa ed interessarsi; perchè non si fanno proposte in merito, perchè queste proposte non si fanno arrivare al Palazzo d'Achille.
So che ci sono molti gruppi, anche forze politiche di minoranza, che potrebbero far arrivare le proposte in consiglio!
Ho sentito parlare di un tunnel che vogliono realizzare a Chieti...incvece di criticare questa opera che secondo me non si realizzerà almeno per i prossimi 10 anni, perchè non parlare della crisi lavorativa della Val Pescara e del Chietino sopratutto?!? Perchè non proporre un piano di incentivazione al lavoro giovanile? Perchè non fare una cazzo di proposta reale e seria??
Ci si sofferma troppo sulle cose superficiali!
La cosa che preoccupa lo scrivente è che sul territorio teatino ci sono molti gruppi e associazioni e comitati, nati anche negli ultimi tempi, che però non affrontano la vita cittadina con serietà ed impegno.
Mi sono trovato in vari Consigli Comunali, ho visto come avvengono, l'atmosfera che c'è (la voglia sopratutto); ne ho scritto. Dove sono queste persone che si lamentano e basta? Vi chiedo se siete mai andati ad un consiglio comunale e se ci avete scritto su. Vi chiedo se è il tempo di iniziare a cambiare direzione a partire da noi cittadini.
Ci si lamenta troppo senza provare a fare qualcosa. La lamentela va bene una volta, la successiva si deve proporre, oppure si fa più bella figura se si rimane in silenzio!

Share/Save/Bookmark
| edit post
Reazioni: 
Questo blog non è una testata giornalistica in quanto aggiornato senza periodicità. Non può considerarsi quindi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Alcune foto, prese dal Web, sono ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione sono pregati di segnalarcelo.

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.