Ma®aM
I risultati elettorali danno ragione al centro-destra, almeno da queste parti.
Da ambientalista convinta ho solo una paura: che l'andamento nazionale a favore del nucleare, degli inceneritori e di tutte quegli "attentati" all'ambiente possano arrivare e mettere radici anche qui. L'Abruzzo è già abbastanza martoriato, e certo non è necessario infierire ulteriormente sul suo territorio.
Ecco qualche "piccolo" esempio dei danni che arrechiamo alla nostra terra e a noi stessi:
Inceneritori e medici: dove sta la verità
Diossina: superati i limiti di legge nelle uova
Il male comune
La ricaduta
La petrolizzazione in Abruzzo
L'eredità
Il senso delle cose
Essere informati è angosciante, ma necessario.
Speriamo solo che, come purtroppo accade spesso, non si nascondano sotto la sabbia sia i fatti che le teste dei cittadini, che notoriamente non vogliono sapere cosa gli accade intorno. Le coscienze andrebbero risvegliate e ognuno di noi deve stare molto attento a quello che faranno alle nostre spalle, vigilare e controllare, e protestare quando necessario. E' l'unica arma che abbiamo contro lo strapotere della politica. D'altra parte siamo noi che votiamo, quindi controllare dove e come vanno a finire i nostri voti è un dovere civico.
Share/Save/Bookmark
Etichette: , , | edit post
Reazioni: 
Questo blog non è una testata giornalistica in quanto aggiornato senza periodicità. Non può considerarsi quindi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Alcune foto, prese dal Web, sono ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione sono pregati di segnalarcelo.

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.