MeetupChieti

Oggi il disagio che si avverte in città da parte dell’utenza veicolare e pedonale è abbastanza rilevante. L’attuale Amministrazione ha disposto una serie di interventi di manutenzione stradale che stanno mettendo in crisi l’intero flusso veicolare cittadino.

Fino a qualche tempo fa il disagio era dovuto quasi esclusivamente all’aumento delle macchine ed alla poca educazione e poco rispetto delle persone, mentre oggi ci troviamo di fronte ad una città che è quasi paralizzata dai vari lavori. Certo, gli interventi che si stanno facendo erano e sono dovuti perché c’è bisogno di una rimessa a posto delle strade, soprattutto quelle dello Scalo che sono in condizioni pessime, ma facendo una politica del “tutto ora”, cioè aprire più cantieri del possibile, non si rischia di paralizzare veramente la città?

Non era forse meglio concludere prima i cantieri di Via Ortona e Via Vasto per esempio, prima di iniziare i lavori in Viale B. Croce?

…Per raggiungere una determinata zona che si trova proprio dove c’è il cantiere in Viale B. Croce si deve fare il giro di Chieti Scalo….!

Certo dopo i primi due anni spesi tra litigi vari e parole e promesse, si doveva dare un segnale di presenza, ma forse questo segnale è stato dato nel modo sbagliato!

In questo periodo così caotico per i veicoli e per i pedoni, sarebbe opportuno spostarsi a piedi, almeno per salvaguardare la propria salute mentale, ma in fondo così non è perché non tutti hanno le stesse abitudini e non tutti hanno le stesse esigenze…

Purtroppo la situazione ora non si può cambiare, si può solo sperare di veder concluso qualche lavoro augurandoci che i tempi tecnici non si allunghino ancora di più!

Vittorio Ramundi


Share/Save/Bookmark
| edit post
Reazioni: 
1 Response
  1. Silvio Menna Says:

    Per non parlare della zona Università-Ospedale Civilizzato.Sono diventati insopportabili dal punto di vista della viabilità:macchine parcheggiate in doppia fila o comunque in maniera alquanto selvaggia.La circolazione lì è veramente impossibile( contando che c'è pure il cantiere del Villaggio del Mediterraneo).I parcheggi ci sono ma sono pochi e quelli appena costruiti sono "riservati" ai professori e agli addetti ai lavori( peraltro sempre vuoti), uno scandalo.Si dovrebbe puntare maggiormente sul trasporto pubblico per ridurre il numero di macchine in qualche modo.


Questo blog non è una testata giornalistica in quanto aggiornato senza periodicità. Non può considerarsi quindi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.
Alcune foto, prese dal Web, sono ritenute di dominio pubblico; i proprietari contrari alla pubblicazione sono pregati di segnalarcelo.

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.